logo banner top

                In questi giorni stiamo ricevendo numerose lamentele da parte del Personale di Polizia Penitenziaria chiamata a firmare l’atto di concessione per l’uso esclusivo della stanza della Caserma Agenti da Lei diretta.

                In sostanza si sta obbligando a sottoscrivere, in data odierna, un atto predisposto con la data del  01/11/2015 con l’intimazione a firmarlo entro la data del 29/02  pena la segnalazione di carattere contabile e disciplinare.

                Or bene l’Amministrazione, in data 29/10/2015, ha esposto un avviso a cui intimava esclusivamente una cinquantina di colleghi a sottoscrivere tale atto;  il restante personale, a seguito della organizzazione generale della Caserma è stato chiamato a firmarlo esclusivamente con avviso del 03/02/2015 ma con decorrenza dalla data del 01/11/2015.

Tutto ciò a parere di chi scrive è illegittimo per due ragioni:

  • L’Amministrazione non può far sottoscrivere oggi un atto facendolo decorrere in data antecedente alla sottoscrizione rasentando ipotesi di fattispecie normativa non conforme (falso ideologico);
  • con circolare GDAP 0133143-2015 del 15/04/2015 a firma del Direttore Generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi, al paragrafo 2, ha espressamente indicato che nessun onere puo’ essere richiesto per il passato anche in presenza di una “occupazione di fatto” in ossequio ad un principio generale secondo cui la manifestazione della Pubblica Amministrazione non può derivare per implicito o per fatti concludenti ma, deve promanare attraverso le rigide forme richieste dalla legge.

            In effetti le Leggi che disciplinano i contratti della P.A. prevedono, per l’appunto, detto requisito formale in considerazione del principio generale secondo cui la manifestazione della P.A. non può derivare per implicito o per fatti concludenti ma deve promanare attraverso le rigide forme richieste dalla legge (Cass.30/06/1998 n. 6406). E, ciò, anche quando la P. A. agisca iure privatorum (Cass. 04/11/2004 n. 21138).

          

            Per quanto sopra si chiede alla S.V. di modificare l’atto, a cui si è stati  obbligati a firmare, con la data in cui la seconda parte del Personale è stato convocato; si diffida altresì la Direzione a pretendere pagamenti antecedenti il mese di Febbraio come da Lett. Circ. GDAP 0133143-2015 del 15/04/2015.

            Si chiede inoltre di conoscere il numero di Personale che ha richiesto l’uso esclusivo dell’alloggio collettivo e quante stanze sono state assegnate per soddisfare tali esigenze.

                

             In attesa di riscontro si porgono distinti saluti.


Ritrovaci su Facebook

facebook emilia

Iscriviti alla UIL

iscriviti adesso alla uil

Servizi UIIL

serviziuil Enti Ital serviziuil Enti Caf

serviziuil Enti Adoc serviziuil Enti Uniat

serviziuil Enti Arcadia serviziuil enti Mobbingstalking

Link utili

logo uillogo uilpalogo giustizialogo polizia penitenziaria

logo eap

 

Pubblica Amministrazione

rassegna stampa

Convenzioni per gli iscritti

convenzioni per gli iscritti

Notizie dalla UIL

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

La tua email con noi?
Clicca qui è gratis!

Qui le Istruzioni per l'uso

Chi è online

Abbiamo 86 visitatori e nessun utente online