logo banner top

Signor Direttore,

              ci viene riferito che ad alcuni dipendenti non viene concesso il congedo straordinario per malattia figlio in quanto l’altro coniuge, nelle stesse giornate, era assente per malattia.

Per tale ragione presumiamo che la S.V. non abbia concesso, tale congedo, in quanto voglia far ricadere l’onere di assistenza sull’altro coniuge, tra l’altro impossibilitato a farlo in quanto assente per il proprio stato di malattia.

La normativa in vigore non ha come presupposto essenziale, ai fini della concessione di tale Istituto, che l’altro genitore non sia presente contemporaneamente o meno poiché il congedo per malattia del bambino, il quale prevede 45 + 5 giorni annui interamente retribuiti fino al compimento del terzo anno di età del figlio, viene concesso anche qualora l’altro genitore non lavori, l’unica eccezione vi è nel caso che entrambi i genitori siano lavoratori e, che tale istituto venga richiesto alternativamente tra i coniugi. (art. 47 del D.Lgs. 26/03/01 nr. 151 T.U + art. 1/4° e 7 /4° e 30/5° Legge 1204/71 + L. 53/00).

Per quanto sopra si chiede alla S.V. di rivedere la propria posizione e di concedere ai dipendenti quanto spettante.

Distinti saluti

Domenico Maldarizzi


Ritrovaci su Facebook

facebook emilia

Iscriviti alla UIL

iscriviti adesso alla uil

Servizi UIIL

serviziuil Enti Ital serviziuil Enti Caf

serviziuil Enti Adoc serviziuil Enti Uniat

serviziuil Enti Arcadia serviziuil enti Mobbingstalking

Link utili

logo uillogo uilpalogo giustizialogo polizia penitenziaria

logo eap

 

Pubblica Amministrazione

rassegna stampa

Convenzioni per gli iscritti

convenzioni per gli iscritti

Notizie dalla UIL

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

La tua email con noi?
Clicca qui è gratis!

Qui le Istruzioni per l'uso

Chi è online

Abbiamo 88 visitatori e nessun utente online